Diario/5 La concitata Lentezza della campagna elettorale e il Primato delle RELAZIONI.

E’ tutto un correre ed affannarsi la campagna elettorale. Un caffé di qua, una riunione di là, un incontro organizzato in una casa o in un luogo pubblico. Visto e vissuto così può apparire un incubo. Un’accelerazione ulteriore in una vita già troppo accelerata, in cui spesso, come la geniale Mafalda del fumetto di Quino, siamo tentati di urlare “Fermate il Mondo: voglio scendere!”. Eppure, eppure… c’è una contraddizione importante che rende tutto questo non solo sopportabile, ma anche energizzante, nutriente, appagante. Ci sono gli incontri, le relazioni, la Convivialità. Certamente l’insidia può essere quella di vivere questi momenti indossando la casacca del “bravo candidato” come Frassica vestiva la giacca scintillante del bravo presentatore. E, onestamente, di bravi candidati se ne vedono tanti, pure nei cartelloni! Ma il “bravo candidato”, quello vincente e scintillante, si perde un’occasione unica. Si perde la possibilità di incontrare veramente gli altri, di tenersi occhi negli occhi con le persone che ascolta o che lo ascoltano. Si perde, appunto, la possibiltà di Ascoltare, troppo preso dall’ansia di far bella figura e di sommergere i malcapitati uditori con la sua dialettica più o meno persuasiva. Davvero la campagna elettorale può trasformarsi, al contrario, in un momento di grazia. Basta abbandonarsi con Fiducia alle altre persone: perché chiunque di noi, quando afferra l’anima dell’altro, e ne coglie autenticità e testimonianza concreta di vita, diventa automaticamente un amico, un compagno di strada, un “sostenitore”. La Fiducia chiama Fiducia. E’ tutto quello che ho imparato stando “in cattedra” ma sempre accanto e in mezzo ai ragazzi, soprattutto quelli giudicati più “difficili”. Ed è una lezione di vita che questa avventura elettorale, con la sua intensa lentezza di incontri, parole e sguardi, mi sta inequivocabilmente confermando. Fiorisce, ancora una volta, la Gratitudine…mafalda

Una risposta a "Diario/5 La concitata Lentezza della campagna elettorale e il Primato delle RELAZIONI."

  1. Sono pochi i candidati come te, a cui non importa di convincere, apparire, persuadere, promettere…
    Ho imparato e mi hanno insegnato che la Fiducia si conquista con i fatti, è una questione di ” pancia”, ci vuole empatia e capacità di ascoltare, trasparenza e autenticità. Tu sei così Valentina, è un onore, un privilegio e un dono averti incontrata.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...